it en 中文
   |   Newsletter cerca
Accedi  |   Registrati   |  Carrello (0)   |  CONTATTI

Interviste

Marcel Wanders

  • "Tutti gli adulti sono stati un tempo bambini (ma la maggior parte l’ha dimenticato)” [Antoine de Saint-Exupery,’Il Piccolo Principe’]. Marcel Wanders sicuramente no! Wanders, il piccolo principe, creatore di un reame cosmico a Superstudio Piu’, provoca invitando a riscoprire l’aspetto giocoso, che e’ in ognuno di noi. Attraversiamo la galassia di HI-MACS LG, uno stravagante universo, dove interagiscono micro e macrocosmo, sentendoci sempre piu’ immersi, con insaziabile curiosita’, nel misterioso, psichedelico, singolare paesaggio, frutto della genialita’ inventiva di Marcel. E’ la sua straordinaria sensibilita’, capace di esprimersi attraverso un’inesauribile immaginazione, giocosita’ ed ingenuita’, che non finisce mai di sorprenderci.

  •  “Noi designers creiamo oggetti che rimangono insignificanti finche’ non raggiungono la mente e il cuore della gente…”[Marcel Wanders]. 

    Questa sua fantasia senza confini alimenta un vasto universo dove razionalita’ ed emozione dialogano, spingendosi molto al di la’ delle bizzarrie sui muri, pavimenti e soffitti, che formano l’istallazione di HI-MACS. C’e’ una profonda continuita’ che caratterizza, come una sorta di filo conduttore, tutte le creazioni di Wanders, dalla collezione MOOOI a miriadi di pezzi che circolano per il Salone del Mobile. “Considero tutti i miei lavori miei bambini. Sono tutti super importanti per me. Amo crearli, trattarli bene e crescerli. Sarebbe quindi scortese dire che uno e’ piu’ importante di un altro. Sono tutti vicini al mio cuore; se non sono speciali, non lasciano il mio studio. A volte pero’ si ha il piccolo regalo dell’esecuzione; questo progetto (continua, indicando lo spazio di HI-MACS LG Hausys) ha una straordinaria esecuzione che rende ancora piu’ divertente per me essere qui” [M. Wanders]. 
           
    Seduti al centro del sofa’ di Marcel, osserviamo lo stravagante sistema ordinato della galassia. Esploriamo uno spazio che, a causa delle caleidoscopiche, mutevoli sfaccettature, non si lascia leggere riduttivamente come semplice spazialita’ ma ci assorbe come esperienza multisensoriale. I motivi decorativi trasfigurano in costellazioni di varie dimensioni, alcune mimetizzandosi negli sfondi della carta da parati, altre in lampade o piante fiorite, enfatizzando ripetizioni senza fine di un cosmo complesso. E’ l’universo di HI-MACS : evidenti sono le enormi possibilita’ e la duttilita’ di applicazione dei materiali. Grazie all’incorreggibile creativita’ di Wanders, cosi’ eloquente e convincente, ci sentiamo coinvolti nella versatilita’ della superficie solida, dal suo alto potenziale high-tech alle sfide in un campo completamente opposto a quello della compattezza e dello spessore. “Abbiamo considerato cosa fare con questo materiale: ha sicuramente un lato bello ma offre anche la possibilita’ di non essere cosi’ attraente. E’ realmente piatto. Se non si vuole usare questa piattezza, si deve trovare un modo per renderlo piu’ vivo. Questa installazione offre una percezione completa: inserendo strati, introducendo il ‘drama’ e una definizione del tutto, mostra le caratteristiche del materiale in un modo differente” [M. Wanders]. 

    Rifacendosi alla tradizione del macrame’, uno dei lavori di ricamo con maggiore finezza e trasparenza, Wanders riesce a dissolvere, attraverso motivi ornamentali perforati, la compattezza del prodotto in inaspettate, estrose esplosioni floreali. Due giganteschi medaglioni orbitano sincronizzati al di sopra del proprio baricentro con imprevedibile leggerezza. La superficie solida acquista morbidezza: una raffinata sequenza di perforazioni che si polarizzano al centro della loro galassia. Effetti ottici creati da combinazioni di pannelli dalla superficie traslucida, tagliati come esagoni, triangoli e quadrilateri, disposti sulle pareti, amplificano ed enfatizzano un senso generale di movimento. Una carica di adrenalina nello spazio! 

    Wanders crede nella funzionalita’, una qualita’ in grado di rendere gli oggetti reali: e’ un meticoloso artigiano ma il suo prolifico, visionario talento, infuso di passione, non si accontenta di offrire semplici, ordinari prodotti. Varca quindi i confini e presenta un design che non ha niente a che vedere con il convenzionale, sfidando la nostra immaginazione e costringendoci a sognare. 

    Oggi, in questa particolare realizzazione, dove la diversa materialita’ di LG Hausys gioca con razionalita’ ed emozionalita’, il maestro della dualita’ resta coerente nei suoi principi. Dall’immagine emblematica di fantasia ed immaginazione che lo ritrae come gigante farfalla trafitta da uno spillo in una teca, come se i suoi piedi fossero bloccati a terra, all’ufficio, strutturato sulla stretta collaborazione tra gruppo caos e gruppo organizzazione,“Abbiamo avuto 150 anni di design razionale: questo e’ veramente importante ma, ultimamente, penso che questa razionalita’ ha alimentato solo un aspetto molto limitato di noi. Siamo esseri incredibili! Esseri fantastici e incredibili e la nostra capacita’ razionale se ne preoccupa cosi’ poco. Credo che nel contesto del design sia importante celebrare l’umanita’, non solamente il nostro cervello ma pure le nostre emozioni. Questa per me e’ l’idea. Guarda questa realizzazione per HI-MACS LG: quanto e’ irrazionale? E’ super-razionale; e’ travolgente, splendida e mi rende felice. Questa e’ l’importanza della funzionalita’. Nel design stiamo cercando di fare cose che non sono forse cosi’ razionali ma parlano all’anima e al cuore” [M. Wanders]. Le persone amano cio’ in cui possono identificarsi e con gli oggetti di Marcel condividono questo linguaggio universale emotivo, comune. Sono personificazioni di lui stesso: un uomo divertente, riflessivo e carismatico, che, anziche’ restarsene chiuso ‘nella sua piccola scatola’, ascolta con intelligente modestia gli altri, lasciando alle sue creazioni il compito di raggiungere le corde del nostro cuore e diventare la spina dorsale delle nostre storie. “Non dobbiamo dire le stesse cose solo per compiacere. Se amiamo, rispettiamo e usiamo passione nelle nostre creazioni, allora ci saranno sempre conversazioni interessanti” [M. Wanders].  

    Rimaniamo gia’ in ansia, in attesa della prossima sorpresa,…della prossima conversazione!

    Virginia Cucchi 

  •